Taciturno gesto

Annunci

Smemorati

Solo Pallida espressione di incoerenze e tradimenti
Ciò che traspira,
tra gli angoli della paura,
la speranza di un bieco bottino di misere ossa,
nate dal grido del loro egoistico voglio.
Percossa alla follia,
l’amara solitudine,
colpo dopo colpo,
mi porta sulla macabra umana via.
La superficialità è l unico modo per non spaventare,
sforzando il cinismo per non far sentire loro peggiori,
scelgono comunque di non vedere.
Smemorati,
come il sangue che ha pompato
l’unico battito in cui hanno vissuto.

Mondo fallocentrico

Abituate a essere interrotte durante un discorso perché la credibilità della loro esperienza deve essere inferiore rispetto a quella di un maschio, le donne vengono “addestrate” all’insicurezza e all’autolimitazione, mentre gli uomini tengono in esercizio la loro tracotanza.
Non esiste che una donna sia più femminista di altre, si è femministe per il semplice fatto di essere nate con una vagina.
Alcuni uomini spiegano le cose, a me come ad altre donne, indipendentemente dal fatto che sappiano o no di cosa stanno parlando
Cassandra era destinata a fare profezie a cui nessuno credeva perché rifiutò di concedersi ad Apollo.
Questo è quello che raccontava la mitologia greca ed è questo che si attua nel nostro mondo fallocentrico.
È sempre sulla violenza del maschio che si è giocata la partita dall’inizio per marcare la differenza dei diritti, prima di arrivare al silenzio e alla messa in dubbio della credibilità.
Essere trattata con sufficienza è un’esperienza che una donna non sceglie di fare. Non vuole essere considerata “una pazza, una paranoica, una bugiarda patologica, una piagnucolosa che non capisce, che si fa solo per scherzare” quello dello scherzo è un altro modo per denigrare la sua versione, la sua esperienza.
Tutte le donne sanno di cosa si sta parlando.
Perché le donne che hanno rapporti con uomini hanno meno orgasmi delle donne che hanno rapporti con altre donne?
Secondo gli esperti, questa discrepanza è data proprio dalla cultura ‘fallocentrica’ e cioè dalla tendenza a considerare il sesso come un momento di appagamento principalmente maschile, insomma l’uomo si dedica meno alla donna, mentre tra donne questa differenza non c’è.
Conclusioni. Secondo la scienza per raggiungere l’orgasmo le donne devono imparare a chiedere e pretendere, abbandonando l’idea ormai passata del rapporto sessuale come atto per appagare l’uomo.
Conclusione mia, io penso che anche dal punto di vista maschile sia difficile trovare un posto di lavoro appagante in quest’epoca, ma per quanto riguarda il sesso non vi potete fare un bagno di umiltà e capire che non siete Rocco Siffredi e fate cagare? Almeno senza la richiesta scritta fatta al comune LECCATELA cristo santo.

Assenza

Restio il sonno.
Il suono cupo del piede nudo.
Grida nel silenzio.
Rumori ovattati.
Lei che non lo sa dire.
Io che non lo so capire.
Il silenzio.
La vergogna.
Il giorno.
La notte.
Aspiro l’assenza.
Espira l’essenza.
Una preda impaurita.
Fugge all’umiliazione.
Scappa da tutto.
Chiude gli occhi alla vita,
riapre questi nel buio.
Senza dare senso a nulla.
Il peso della paura.
Io non voglio essere così.

Illusioni

Ho creduto che i nostri sguardi,

ormai fottutamente spenti,

potessero guardare all unisono un’altra alba

Volevo che Quel miserabile caffè potesse odorare ancora di mattino.

Ero finita e usurata dall attesa di quel bacio mai ricevuto,

ho sbagliato e voglio solo convincermi a maturare l’estinzione delle tue mani .

Letale

Una lama affilata mi attraversò il torace cosi rapida e indolore che mi ritrovai avvolta dal fango prima che i miei occhi potessero battere ciglio. Un frastuono ridondante si fece largo nella mia testa facendomi quasi dimenticare chi, con veemenza, mi avesse colpita ; credevo che la mia vita fosse finita,
ma un vento bastardo mi riportò sul terreno .
Mi specchiai nella pozzanghera che mi era accanto ma non vidi il riflesso , non mi riconobbi.
Ero diventata il pubblico della mia stessa opera teatrale.
In realtà chi mi colpí fu colui che più mi conosceva: un essere letale formato dai miei sbagli.